L’Umanizzazione Pittorica

Un ospedale pediatrico è un ambiente molto particolare e delicato. La struttura e la progettazione dello spazio devono rispondere, oltre alle esigenze di un moderno ospedale, anche a tutte le esigenze del piccolo paziente che lo vive.Queste esigenze riguardano l’impatto emotivo con l’ospedale, l’ansia, l’angoscia, il panico, la depressione. Ecco perché L’umanizzazione pittorica delle pareti dei corridoi e degli ambienti diventa un fattore fondamentale nell’affrontare l’impatto e la permanenza nell’ambiente del reparto, stimola il bambino all’utilizzo della fantasia.
0,00€ donated
0 Donors

Un ospedale pediatrico è un ambiente molto particolare e delicato. La struttura e la progettazione dello spazio devono rispondere, oltre alle esigenze di un moderno ospedale, anche a tutte le esigenze del piccolo paziente che lo vive. Queste esigenze riguardano l’impatto emotivo con l’ospedale, l’ansia, l’angoscia, il panico, la depressione. Ecco perché L’umanizzazione pittorica delle pareti dei corridoi e degli ambienti diventa un fattore fondamentale nell’affrontare l’impatto e la permanenza nell’ambiente del reparto, stimola il bambino all’utilizzo della fantasia.

in foto: Ospedale Bufalini di Cesena

 

La fantasia permette di sognare, di immaginare l’impossibile, di varcare i confini dello spazio e del tempo, di evadere, concedendo uno spazio mentale in cui le ansie e le paure possano essere rappresentati, narrati, per riuscire poi ad affrontare in modo più tranquillo una realtà troppo angosciante, i colori, i segni, i disegni diventano portavoce degli stati d’animo.

in foto: Ospedale Infermi di Rimini